lunedì 15 dicembre 2008

Calcio mercato "Juventus schiacciasassi ,Milan battuto 4-2"piu' video dei gol

posted on 06:28 by Ale77Ud

E' la Juve la vera anti-Inter Il Milan crolla all'Olimpico: 4-2 La Juve si guadagna il titolo di vera anti-Inter, battendo 4-2 il Milan all'Olimpico nel posticipo della 16esima giornata. Segna Del Piero su rigore al 16', pareggia Pato al 31', poi Chiellini riporta avanti i bianconeri al minuto 34. Chiude il primo tempo Amauri al 41': 3-1. Milan aggressivo in avvio di ripresa: Ambrosini accorcia le distanze al 56' (tiro deviato da Chiellini), poi Zambrotta si fa espellere e Amauri fa 4-2. Juve a -6 dai nerazzurri. LA PARTITA Le assenze, si dirà, per giustificare almeno in parte la debacle rossonera. Vero, anche se mettersi a fare la conta di chi non c'era solo da una parte ha veramente poco senso, visti tutti i guai che Claudio Ranieri ha dovuto affrontare in questo inizio di stagione. Il problema per Ancelotti, semmai, è la condizione di alcuni di quelli che all'Olimpico sono regolarmente scesi in campo. Jankulovski piuttosto che Ambrosini. La lista dei bocciati in casa rossonera conta nomi illustri. Perché nella fredda serata di Torino s'è vista una gran bella Juve, capace di partire subito forte, trovando il vantaggio (seppure l'azione del rigore che è valso l'1-0 sia viziata da un fuorigioco di Del Piero) già intorno al quarto d'ora, in una fase di netta supremazia sulle fasce. Il Milan non s'è arreso, Ronaldinho ha costruito la palla del pareggio, Pato l'ha sfruttata. Poi sono tornate le solite amnesie difensive rossonere (vedi Chiellini, libero di colpire al 34') e la Juve ha rimesso il muso avanti. Quello di Amauri, al 41', sembrava già il colpo di grazia. E invece la Juve è tornata in campo molle. La rete di Ambrosini, fortunosa quanto si vuole vista la deviazione di Chiellini, ha in sostanza fotografato una fase di momentaneo vigore rossonero. Già, momentaneo. L'espulsione di Zambrotta, al 65', ha di nuovo ribaltato gli equilibri a favore dei bianconeri. E Amauri ha così riscritto la parola fine ad un match che è valso appieno il prezzo del biglietto. Dunque l'Inter si guarda alle spalle e trova l'ex nemica (ex fino a un certo punto), ora tutta sola, sempre in agguato. Il Milan perde contatto, ma si ritrova di nuovo a viaggiare in coppia. Adesso c'è il Napoli e un distacco in classifica che fa più male: -9. LE PAGELLE Ambrosini 5 Primo tempo devastante. Sì, ma per la causa milanista. Divora un gol già fatto e va a spasso sul corner di Del Piero, lasciando Chiellini completamente libero di battere Abbiati di testa. Lo salva dal disastro il tiro che Chiellini devia in porta, spiazzando Manninger, al minuto 11 della ripresa. Jankulovski 4 Il Milan soffre da subito la superiorità numerica della Juve sulle fasce. Osservazione che non basta a giustificare la pessima prova del ceco. Concede libero sfogo a Marchionni in avvio, provoca un rigore (anche se Ayroldi avrebbe dovuto segnalare il fuorigioco di Del Piero) e rischia di regalarne alla Juve un altro. Sue parecchie delle colpe anche sul quarto gol. Ronaldinho 6,5 Sembra non soffrire per tutto il primo tempo il campo reso pesante dalla pioggia. Col pallone fra i piedi fa quello che vuole, anche se spesso addosso ne ha addirittura tre. E quando Kaladze lo pesca libero sulla sinistra, offre a Pato la palla perfetta da mettere in porta. C'è il suo zampino anche nel gol di Ambrosini. Poi si spegne in modo evidente, ma senza di lui la luce non si sarebbe forse mai accesa. Sissoko 7 Impossibile calcolare la mole di lavoro svolta dal maliano nella piovosa serata dell'Olimpico. Fisico e carattere. Fatto sta che il Milan nella sua zona trova solo guai. Si regala anche il lusso di offrire l'assist ad Amauri per il 4-2. Abbiati gli nega la gioia del gol personale. De Ceglie 7 La Juve, che in partenza rinuncia ancora a Zanetti per far spazio a Marchisio, alla mezz'ora perde anche il vecchio leone Nedved. Cambio che giova - con tutto il rispetto per il trentaseienne Pavel -, perché l'ex giocatore del Siena, che agli assist per Amauri evidentemente ci ha preso gusto, presidia la fascia sinistra con autorità. Ne sa qualcosa Zambrotta, che nel tentativo disperato di rincorrerlo, su apertura illuminante di Marchisio, si guadagna il secondo giallo. Amauri 8 E pensare - l'ha detto lui - che poteva andare al Milan. Evidentemente l'ex rosanero non ha digerito la corte 'moderata', in confronto alla avances bianconere, che il club rossonero gli ha fatto in estate. Chiude la partita due volte: a fine primo tempo, incornando perfettamente su assist di De Ceglie, e al 69', dopo che in un avvio di ripresa difficile dei bianconeri Ambrosini (con la collaborazione di Chiellini) aveva ridato suspence ad una partita che sembrava aver già preso la sua piega. Simone Benzoni IL TABELLINO Juventus (4-4-2): Manninger 6; Grygera 6, Mellberg 6, Chiellini 7, Molinaro 6,5; Marchionni 6, Sissoko 7 (43' st Zanetti sv), Marchisio 7,5, Nedved 6 (30' pt De Ceglie 7); Amauri 8 (44' st Iaquinta sv), Del Piero 6. A disp. Chimenti, Ariaudo, Salihamidzic, Giovinco. All. Ranieri Milan (4-3-2-1): Abbiati 6; Zambrotta 5, Maldini 5,5, Kaladze 5, Jankulovski 4; Emerson 5(1' st Shevchenko 5), Pirlo 6, Ambrosini 5 (28' st Antonini sv); Seedorf 6, Ronaldinho 6,5; Pato 5,5 (31' st Inzaghi sv). A disp. Dida, Senderos, Favalli, Cardacio. All. Ancelotti Arbitro: Rizzoli Marcatori: 16' pt Del Piero (J, rig), 31' pt Pato (M), 34' pt Chiellini (J), 41' pt Amauri (J), 11' st Ambrosini (M), 24' st Amauri (J) Ammoniti: Emerson (M), Mellberg (J), Ambrosini (M), Sissoko (J) Espulso: Zambrotta (M)
video

No Response to "Calcio mercato "Juventus schiacciasassi ,Milan battuto 4-2"piu' video dei gol"